Rosario Vesco

Rosario Vesco
note critiche e recensioni
Lorenzo Vigna

Titolo dell'opera: "Natura morta con fichi" L'assoluto valore di luministici accenti beatizzati in un rosaccio rinascimentale magnificano l'opera, dando ad essa quel sapore mediterraneo e quella solare fragranza che mai è mancata nelle conclusioni di questo artefice. Capacità e caparbietà guadagnano la summa dell'assunto descrivendo in esso l'assoluto potenziale naturalistico
18 Dicembre 1999
Rassegna di Pittura al Boulevard - Treviglio
Lo splendido scenario da te rappresentato, quel caldo sapore solare che sempre ti distingue ... ... Grazie per averci dato un nuovo giorno di Sole...
3 Novembre 1996
... un artista che infonde in ogni suo quadro l’amore profondo per la sua regione d’origine, la Sicilia, suadente interprete della coloristica, unico nel suo genere , egli con i suoi temi ci trasporta nel più ampio panorama di quella tradizione sanguigna e solare dai contenuti estremamente vivi e rappresentativi, una narrativa pittorica che Rosario Vesco connota con gusto armonico e sapiente inciso veristico, fondendo il suo tracciato descrittore in quella sensibilità che madre natura ci dona, stagione dopo stagione, chiedendoci in cambio eterno rispetto e amorevole cura.
Agosto 1995
“Provincia Mese”- Luglio-Agosto 1995
Rosario Vesco, ... pittore impressionista di chiara fama, le cui tele, di alto valore cromatico, si inseriscono perfettamente in quel tracciato rappresentativo, a conferma della caratteriale mediterranea. La sua “scenografia”, sempre attenta al linguaggio comunicativo, ci viene proposta in un messaggio chiaro e veritiero che ci conduce sul terreno dell’identità dell’autore. Prova ne sono le opere i “Mercati del Sud”, opere di grande valore umanistico, nelle quali l’Autore raccoglie e bene esprime un “momento magico”, per rendere pace alla sua totale emozione...
27 Maggio 1995
Istituto Gonzaga, Milano
egli con i suoi temi ci trasporta nel più’ ampio panorama coloristico che la sua terra, il sud, possa darci .... I suoi riferimenti sono sintesi di vita quotidiana, che l’Artista con eccellente scrupolo fissa sulla tela, inserendo nella composizione il carattere caldo e sanguigno di chi si pregia d’esserne figlio: assolutamente vero nella comunicazione, egli gratifica il suo pubblico commentando con esso quei valori comuni troppo spesso trascurati, quelle essenzialità giornaliere dove noi tutti ci riferiamo senza, poi, troppo porci interrogazione. Il suo tracciato si fonde sulla sensibilità’ che madre terra ci dona stagione dopo stagione, chiedendoci in cambio eterno rispetto e amorevole cura. E’ così che l’Artista in causa si presenta. Non con concetti astratti di difficile comprensibilità ma con il progetto di divulgare il grande disegno che madre natura ha voluto donarci. L’ampio raggio nel quale il Maestro opera compete scene di umanistica effervescenza dove l’uomo assolve ai suoi doveri con paziente zelo e nel pieno rispetto del suo Sovrano Onnipotente, dei suoi disegni tra i quali il talento naturale donato a questo artefice...
Novembre 1994
Limone sul Garda
Una lirica sensibilità atta a sostenere l’agire pittorico di Rosario Vesco, artista di sicuro talento e di pregevole espressività che nelle sue creazioni innesta la polivalente vibrazione dei sentimenti insiti nel suo animo. La passione per l’arte è per lui passione di vita, momento privilegiato atto a riaffermare tutto se stesso, ed i valori in cui crede. Motivi naturalistici e considerazioni esistenziali si fondono nella narrazione pittorica che Rosario Vesco connota con gusto e armonico inciso veristico, facendo sì che la sintesi rappresentativa non manchi d’equilibrio, sia sotto l’aspetto formale, sia nell’elaborazione concettuale dei contenuti. Il richiamo dei valori classici, naturale conseguenza di un “iter formativo” condotto con serietà di ricerca, da al fruitore il piacevole gusto dell’interpretazione “questo in primis” non di meno, la limpidezza delle atmosfere, convoglianti la fluente mobilità dei piani, come sapienti alternanze di luci e ombre valori di primaria essenza leggibili in ogni esecuzione. L’osservazione attenta della realtà porta l’artista ad una sintassi espressiva in cui ogni aspetto del soggetto è presente con scrupolosa cura nella “definizio causa”, nello stesso tempo l’immagine acquista calore e significato, perché non concepita come puro esercizio d’intenzione, bensì il tramite di un messaggio interiore che ci perviene attraverso un linguaggio estetico, densamente lirico e suggestivo. Questa è l’immagine d’un artista, e quella delle sue opere, raro esempio d’un virtuosismo che questo sicuro talento elargisce al suo pubblico gratificandolo con tanto impegno, e immensa dignità.
1993
La sua “scenografia”, sempre attenta al linguaggio comunicativo, ci viene proposta in un messaggio chiaro e veritiero che ci conduce sul terreno dell’identità dell’autore. Prova ne sono le opere i “Mercati del Sud”, opere di grande valore umanistico, nelle quali l’Autore raccoglie e bene esprime un “momento magico”, per rendere pace alla sua totale emozione...